Ndaye, integrazione e lavoro grazie alla formazione professionale

Riportiamo l’articolo scritto in collaborazione con “Il Novese” e pubblicato giovedì 25 marzo

Quattro anni fa è arrivato in Italia senza sapere neanche una parola della nostra lingua. Oggi lavora come operaio in una fabbrica metalmeccanica e, con un connazionale, ha preso in affitto un appartamento. Un bel percorso di integrazione quello di Ndaye Moussa, che non sarebbe stato possibile senza l’aiuto della scuola, e in particolare del centro di formazione professionale CNOSFAP di Serravalle Scrivia, che lo ha seguito durante tutto il  percorso di preparazione al lavoro, denominato “PAL”.

 

Ndaye è approdato nel nostro Paese dal Senegal nel 2017 ed è stato affidato al centro di accoglienza gestito dalla cooperativa sociale Migrazioni di Torino. Poi con la cooperativa si è spostato a Novi Ligure, vivendo in comunità.

Il giovane senegalese si è dimostrato da subito volenteroso e ha seguito positivamente il percorso di apprendimento della lingua italiana. Gli insegnanti lo ricordano come particolarmente contento di poter imparare la lingua del paese che lo stava ospitando. Ndaye è stato seguito da una docente della cooperativa, dopodiché ha proseguito gli studi allo CNOSFAP di Serravalle: ed è proprio grazie a un tirocinio organizzato dal centro di formazione che Ndaye è entrato alla Specialacciai di Novi Ligure. Al primo tirocinio ne è seguito un secondo, che ora è stato trasformato in un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Ndaye è stato seguito e aiutato, ma ci ha messo anche tanto del suo, non si è “adagiato” ma ha voluto fare un passo in più: ha affittato un appartamento che dividerà con un connazionale e a breve lascerà il centro di accoglienza per iniziare finalmente la sua vita in Italia. «Sono molto felice per le opportunità che mi sono state offerte – dice lui – Devo ringraziare gli insegnanti del centro di formazione CNOSFAP che hanno creduto in me».

Il Servizio di Orientamento ora è anche online

Riportiamo l’articolo de Il Novese di giovedì 11 marzo 2021: 

Anche in un periodo straordinario come questo non bisogna cessare di pensare al proprio futuro. E per i giovani, futuro significa scuola, formazione professionale e lavoro.

Il centro CNOS-FAP Piemonte a Serravalle Scrivia, nonostante l’emergenza sanitaria, non ha smesso di offrire il servizio di orientamento, anche se ha modificato le modalità di erogazione. Gli operatori del centro di formazione professionale, infatti, svolgeranno il loro servizio “a distanza” a coloro che ne faranno richiesta e in particolare ragazzi, famiglie e scuole.

Occorre prenotare un appuntamento inviando una mail a orientamento.serravalle@cnosfap.net, indicando nome e cognome, scuola e classe frequentata, e numero di telefono di uno dei genitori o di chi ne fa le veci per poter essere contattati.

La modalità “a distanza” è simile a quanto utilizzato dagli allievi per le attività scolastiche e fa riferimento alle indicazioni che la Regione Piemonte ha emanato nella determina che contempla tutte le modalità di svolgimento e l’operatore darà le opportune per effettuare la connessione online.

Il servizio di orientamento fornito dallo CNOSFAP di Serravalle Scrivia ha lo scopo di fornire informazioni su opportunità lavorativeservizi e percorsi di formazione presenti sul territorio e aiutare i giovani ad approfondire la conoscenza di sé, delle proprie capacità, attitudini e motivazioni, allo scopo di definire un proprio progetto professionale.

Lo Sportello Orientamento delle Centro di Formazione Professionale dei Salesiani Don Bosco di Serravalle Scrivia è in via Romita 67, al quartiere Ca’ del Sole. Informazioni al numero 0143 686465 o alla mail orientamento.serravalle@cnosfap.net.

CNOSFAP – PROFESSIONE FUTURO –

Riportiamo l’articolo pubblicato lo scorso 15 febbraio dal il portale di informazione locale della città di Novi Ligure e dintorni: NOVIONLINE

 

Presente a Serravalle dal 1999, situato a Ca’ del Sole da settembre 2005, il centro di formazione professionale “CNOSFAP” offre l’opportunità ai ragazzi di raggiungere un successo formativo grazie ai propri corsi.

Il corso triennale “Operatore ai Servizi di Vendita” per gli studenti che escono dalla “scuola media”, dove vengono approfondite e studiate le materie professionalizzanti e  dove vengono preparati linguisticamente studiando le lingue straniere, come quella cinese, russa e inglese, che permetterà a loro di comunicare con i clienti nel miglior modo possibile durante lo stage formativo, in collaborazione con l’outlet più grande d’Europa della McArthurGlen Group “Serravalle Designer Outlet”, che verrà affrontato il terzo anno.

Successivamente, dopo aver conseguito la qualifica professionale grazie al corso triennale, i frequentanti potranno decidere di proseguire con il quarto anno, il corso “Tecnico Commerciale delle Vendite”, corso nel quale verranno svolte attività relative agli ambiti della predisposizione e dell’organizzazione del punto vendita, con competenze relative alla realizzazione del piano di acquisti, all’amministrazione d’esercizio ed alla gestione dei rapporti con il cliente; al termine del corso gli allievi potranno ottenere il “diploma professionale”.

Approfittatene prima che sia troppo tardi, perché il centro dà la possibilità anche ai disoccupati, aprendo le iscrizioni ai corsi “Preparazione al Lavoro” e “Addetto Vendite”; l’obiettivo del primo è l’inserimento lavorativo di giovani, con età compresa tra i 18 e i 29 anni, senza occupazione e titolo di studio, ricevendo la “certificazione delle competenze” al termine del corso; il secondo dà modo ai ragazzi e adulti, di età pari o superiore a 18 anni e  con licenza media, di perfezionare le conoscenze tecniche pratiche e teoriche e la comunicazione con il cliente, ottenendo infine un “attestato di qualifica professionale”.

L’aria che si respira all’interno della scuola è quella di “casa”, perché questo è ciò che desiderano i docenti e i collaboratori che lavorano al suo interno, un luogo dove sentirsi in famiglia, dove regni l’uguaglianza e dove vengano mantenuti gli ideali di Don Bosco. Proprio per questo il CNOSFAP di Serravalle aspetta tutti a braccia aperte. Ogni persona merita di avere una chance per migliorare il proprio futuro, e questo è sicuramente il posto giusto per farlo.

 

OPEN DAY A SERRAVALLE 14 gennaio ’21 “dopo la terza media”

OPEN DAY A SERRAVALLE 14 gennaio ’21

Stai frequentando la terza media e devi scegliere come proseguire gli studi?

Devi capire “COSA VUOI DIVENTARE?”

Bene, al Centro di Formazione Professionale Salesiano del CNOS-FAP puoi trovare cosa fa per te nel percorso triennale di istruzione e formazione professionale per conseguire la qualifica.

Clicca qui e lo scoprirai da solo!

Mi raccomando provaci.!

La nostra Chiara sta facendo lo stage presso un negozio di abbigliamento del Centro Commerciale di Serravalle e sta per completare il suo percorso triennale di qualifica professionale.

Durante l’Open day potrai incontrare alcuni suoi compagni, nel rispetto delle norme “anticovid” all’opera nel laboratorio commerciale ed informatico.

E svolgere il colloquio gratuito con l’orientatrice per conoscere le tue capacità e scoprire come realizzare i tuoi sogni.

Ciak si gira…

Dai… ormai lo avete capito! Il Covid 19 non ci ferma! 

In un anno dove tutto sembra difficile, dove le cose che prima erano normali ora sembrano inarrivabili siamo riusciti ad organizzare lo stage del III anno.

Questa volta il merito non è tutto nostro, anzi… lo dobbiamo alla preziosissima collaborazione di aziende ed imprenditori locali che, in modo altruistico, hanno voluto dare un’incredibile opportunità di crescita professionale ai nostri ragazzi.

Proprio in questi minuti, ventuno giovani agitatissimi stagisti di terza stanno oltrepassando la soglia di altrettante attività, pronti ad imparare e a costruire le basi del loro futuro professionale.

Per il nostro centro di formazione professionale lo stage è un momento di fondamentale importanza e di crescita individuale. L’esperienza lavorativa guidata aiuta gli studenti a mettere in pratica le competenze apprese dietro ai banchi, e a superare la loro emotività in modo graduale ed autocritico.

Non ci resta che augurare loro un enorme in bocca al lupo e ribadire il nostro più sincero GRAZIE a chi crede in noi!!!!

“Il lavoro e la temperanza fanno fiorire la nostra società”

Don Bosco

Troviamo un nuovo modo per vivere… alla tradizione delle castagne non ci rinunciamo

Quest’anno non si è sentito il profumo di castagne, non c’è stato il solito rito della messa, del tagliare le castagne, di preparare coni, non si è udito lo scoppiettio della legna, gli schiamazzi dei giochi, delle corse con i sacchi e del tiro alla fune…
Questo covid, così invisibile quanto pericoloso, non ci ha permesso di rispettare le nostre tradizioni. Inizialmente, abbattuti e tristi, eravamo poco motivati e stavamo per arrenderci.

Poi, lo spirito salesiano che si respira per tutto il centro, ci ha fatto vedere le cose sotto un’altra luce. Con lo stesso entusiasmo di sempre abbiamo provato a trovare una soluzione alternativa: la tombola di don Bosco.

Tutti nelle proprie classi, ognuno al proprio banco e con il nostro Don Egidio in videoconferenza abbiamo cantato e giocato, abbiamo sperato di vincere, qualcuno ha confuso qualche numero, qualcun altro ha vinto davvero.

Cosa importante… abbiamo rispettato le distanze, assecondato tutti i DPCM, osservato tutte le norme che il Covid impone ma soprattutto, cosa ancora più importante, ci siamo divertiti un mondo!

Quest’anno l’odore era solo quello delle caramelle ma i sorrisi, l’entusiasmo, la voglia di stare insieme e di divertirsi era quella di sempre! Si può trovare un nuovo modo di fare le cose, si può trovare un nuovo modo per vivere, sorridere e divertirsi. Questo è il “nostro” miracolo!

“Noi qui facciamo consistere la santità nello star molto allegri”
Grazie Don Bosco

 

Si ricomincia

Ad un mese dall’inizio possiamo dire che ci siamo!! Ci siamo presi un po’ di tempo prima di dirlo con certezza…
Abbiamo lavorato tanto, abbiamo preso le misure negli spazi e con il virus, abbiamo cercato di imparare per poi insegnare..
Ci siamo distanziati tanto, ma solo fisicamente. Noi che eravamo abituati a farvi stare tutti vicini in un’unica classe, per lavorare, per ascoltare e per interagire. È vero il covid ci ha imposto regole ferree ma non ha modificato i nostri pensieri, il nostro entusiasmo, la nostra voglia di stare insieme.
Siamo qui, presenti! Più forti di prima, con più voglia di prima di farci conoscere, di poter condividere le piccole, grandi novità…
Quindi…

Neodiplomati del tecnico commerciale delle vendite

Ecco qui di seguito l’articolo, a cura della redazione di AlessandriaNews, relativo agli ottimi risultati ottenuti dai tredici alunni del nostro centro di formazione professionale che hanno conseguito il diploma professionale di tecnico commerciale delle vendite ed oggi sono pronti per affacciarsi al mondo del lavoro!

SERRAVALLE SCRIVIA – Hanno un diploma di tecnico commerciale delle vendite – scrive Lucia Camusso – sanno esporre il progetto relativo all’alternanza scuola-lavoro che hanno presentato all’esame in italiano e inglese, hanno dimestichezza con il francese e con il russo e sono pronti per affacciarsi al mondo del lavoro. Sono i tredici alunni del centro di formazione professionale Cnos Fap di Serravalle Scrivia che hanno da poco terminato gli esami.

Tra loro ci sono anche Matteo Cucco e Jessica Baroni,  i due diplomati con il 100, il voto più alto. Matteo, 21enne di Stazzano, ha deciso di approfondire la gestione del magazzino e ha portato avanti uno stage di 240 ore in un negozio dell’Outlet. “Una bella esperienza – spiega Matteo – Mi hanno fornito la planimetria del magazzino in modo da poterci lavorare sopra e io ho presentato un project work suggerendo alcune modifiche per migliorare l’ambiente. Mi sono trovato bene con i colleghi e sono diventato una parte fondamentale del magazzino”. Matteo ha anche esperienze lavorative e si è appassionato al lavoro del magazziniere: “Se dovesse arrivare una proposta di lavoro in questo campo, mi ci fionderei”, commenta entusiasta.

Jessica ha 18 anni e vive a Vignole Borbera, paese in cui ha svolto l’alternanza scuola-lavoro. “Mi sono occupata di una bar del mio paese, facendo un’analisi della clientela – spiega – Mi è piaciuto molto stare a contatto con le persone e in futuro mi piacerebbe fare un lavoro con questa caratteristica”.

Sul corso proposto dal Cnos Fap sono entrambi d’accordo: “È stato stimolante, abbiamo approfondito materie interessanti e poi eravamo uniti, ci davamo tutti una mano in classe”. Gli alunni del centro serravallese devono saper fare un piano marketing, realizzare da zero un layout del punto vendita e approfondire le lingue. “È stata una bella avventura anche per noi”, commentano gli insegnanti Valeria Teti, Barbara Butteri e Massimo Cammarata.

Quello di tecnico commerciale delle vendite è solo uno dei corsi proposti a Serravalle. “Attualmente questo centro di formazione professionale propone un’offerta formativa di tutto rispetto: dalla fascia dell’obbligo di istruzione sino al diploma professionale nell’ambito dei servizi commerciali di vendita – chiarisce il direttore Roberto Mandirola

– Inoltre, rivolge la sua attenzione anche ai giovani che presentano un gap formativo tra i 18 e i 29 anni ed offre opportunità formative per gli adulti: dalle lingue straniere all’informatica, alla cucina. Il tutto senza dimenticare la motivazione per cui è nato, ospitando allievi in un percorso formativo ad hoc, seguiti dagli insegnanti durante le ore a disposizione, con la collaborazione di un operatore del Servizio Civile e di una volontaria”.

Iscrizioni Online per l’Anno Formativo 2018-2019

Da lunedì 9 gennaio, a partire dalle ore 9.00, apre il portale delle iscrizioni online a scuola: le famiglie potranno cominciare a registrarsi e ottenere le credenziali da utilizzare al momento dell’iscrizione per l’anno formativo 2018/2019. Le domande potranno poi essere inoltrate dal 16 gennaio al 6 febbraio 2018. Continua a leggere