Gennaio il mese delle iscrizioni al CNOSFAP Serravalle

Gennaio è il mese dedicato alle iscrizioni sia per la scuola dell’obbligo che per i corsi per disoccupati.

La nostra offerta formativa è consultabile al link: http://piemonteorientale.cnosfap.net/serravalle/ ed è sempre possibile visitare il nostro centro, su appuntamento, nel rispetto della normativa anti-COVID vigente.

Per i ragazzi che stanno frequentando la terza media è giunto il momento di decidere per il proprio futuro scegliendo cosa si vuole diventare.

Se state pensando ad un percorso di studi che si avvicini al mondo del lavoro preparandovi su argomenti che spaziano dalle materie tradizionali come italiano, matematica e scienze a quelle professionalizzanti quali amministrazione e contabilità e tecniche di vendita, passando attraverso le lingue straniere ovvero l’inglese, il cinese e il russo, allora il nostro corso è adatto a voi, perché studiato per prepararvi professionalmente ad entrare nel mondo del lavoro.

Dal 4 gennaio è possibile iscriversi al corso di formazione professionale di operatore ai servizi di vendita per l’anno 2022-2023, fino al 28 gennaio, tramite il sito ministeriale: www.istruzione.it/iscrizionionline/ e inserendo, per il nostro centro, il seguente codice meccanografico: ALCF00200D

laboratorio commerciale

Il corso di: OPERATORE AI SERVIZI DI VENDITA è un percorso triennale dove, al terzo anno, viene proposto uno stage formativo in azienda e che rilascia la qualifica professionale.

Il corso permette poi di accedere al IV anno di TECNICO COMMERCIALE DELLE VENDITE – vendita assistita e a libero servizio che, da quest’ anno nella formula DUALE, prevede un affiancamento in alternanza scuola lavoro con imprese del territorio le quali, per tutto l’anno formativo, ospiteranno i ragazzi. Al termine del percorso sarà assegnato il titolo di diploma di qualifica professionale.

Il percorso di formazione professionale non preclude la possibilità di poter conseguire, l’anno successivo, il diploma di maturità passando ad un corso di studi equivalente.

Per i disoccupati (di età pari o superiore a 18 anni) in possesso di un Diploma di scuola secondaria di primo grado (licenza media) sono attive le iscrizioni telefonando allo 0143.686465 o consultando il link http://piemonteorientale.cnosfap.net/corsi-formazione-professionale/addetto-vendite-2021-2022-SERRAVALLE-SCRIVIA potranno iscriversi al corso di ADDETTO ALLE VENDITE , un corso GRATUITO di 500 ore di cui 200 in stage che rilascia Attestato di qualifica professionale.

Questo corso mira a formare una figura professionale con caratteristiche prettamente esecutive, in grado di svolgere compiti connessi alla vendita di merci, unendo alle conoscenze tecniche del mestiere una buona capacità di comunicazione con il cliente. L’esperienza in stage offre al candidato una buona opportunità di crescita.

 

Per i giovani, non occupati, senza titolo di studio con età compresa tra i 18 e i 29 anni invece sono aperte le iscrizioni al corso: PREPARAZIONE AL LAVORO

Un percorso formativo che ha come obiettivo quello di realizzare una forte azione di orientamento ai “mestieri”, facilitando l’inserimento nel contesto lavorativo o il rientro in percorsi scolastici e/o di formazione di giovani, che hanno abbandonato gli studi senza aver conseguito né una qualifica né il titolo di scuola secondaria di secondo grado (licenza media).

Il NATALE al CNOSFAP Serravalle

Il Natale al CNOSFAP di Serravalle è un momento importante di riflessione per ragazzi e formatori.

La tradizionale trepidazione della festa è accompagnata da una continua riflessione sulle nostre esigenze e sui nostri interrogativi.

In questo periodo abbiamo voglia di festeggiare e il “natale” è entrato anche nei laboratori che si sono tematizzati, per questo abbiamo allestito la vetrina e le esposizioni interne. Inoltre, i ragazzi si sono cimentati con l’accoglienza dei clienti nelle lingue straniere.

Tutto questo è stato pubblicato sulle nostre pagine sociale (Instagram e Facebook) che sono ormai per noi uno strumento per poter raccontare la nostra quotidianità.

I ragazzi partecipano incuriositi e attenti confrontandosi costantemente sulle loro diversità in uno spirito di continua inclusione.

Abbiamo preparato il momento degli auguri, come sempre, con spirito salesiano e, vedere tutti partecipi ci rende soddisfatti del lavoro svolto.

I nostri studenti sanno che il Natale non è solo il periodo dello stop alle lezioni ma anche il momento della condivisione e dello stare insieme. L’anno scorso non abbiamo potuto farlo e quest’anno ci proviamo nel massimo rispetto delle normative e del buonsenso.

Monsignor Martino Canessa

Abbiamo festeggiato nei locali del Centro Pastorale Maria Regina di Ca’ del sole di Serravalle Scrivia celebrando con Monsignor Canessa che ci ha raggiunto per l’occasione, dedicando ai ragazzi una un momento di riflessione sul valore degli affetti e sull’importanza di un natale attento alla famiglia.

Dopo la messa di rito i ragazzi e i formatori hanno avuto l’opportunità di scambiarsi gli auguri di Natale.

Lasciamo i locali del centro di formazione professionale per questa pausa natalizia delle lezioni ma le iscrizioni ai corsi rimangono aperte sia per il percorso di studi triennale in Operatore ai servizi di vendita che per il diploma del quarto anno in “Tecnico commerciale delle vendite – vendita assistita e a libero servizio” ma anche il corso di “addetto alle venditeper i disoccupati maggiorenni. Gli open day, su appuntamento per visitare il nostro centro, riprenderanno dal 10 gennaio.

I nostri open day per la tua scelta di domani

Anche quest’anno ci siamo impegnati per presentarvi il nostro centro di formazione professionale e sabato 4 dicembre alle ore 11 abbiamo attivato due dirette su Instagram e Facebook per portarvi “virtualmente” nelle nostre stanze.

Nonostante qualche problema tecnico con Instagram potete trovare la nostra diretta salvata sulla pagina Facebook.

Pur essendo sabato una delegazione di ragazzi si è prestata ad aiutarci ad animare quelli spazi che durante la settimana sono così ricchi di vita.

Rebecca, del primo anno ha condotto la diretta aiutata dalle nostre formatrici responsabili dell’Orientamento e dello Sportello Servizi al Lavoro. Martina, che lo scorso anno ha scelto la nostra scuola proprio guardando da casa l’open day, oggi anima il laboratorio commerciale e Nicolò prova a rispondere a qualche domanda delle insegnanti. Anche nel laboratorio di informatica si “smanetta” sulle tastiere: Jacopo è già il secondo anno che si offre per presentare il centro … insomma come sempre i ragazzi sono contenti di partecipare alle attività anche se si tratta di impiegare un sabato mattina!

Non è stato facile descrivere tutto ciò che facciamo, perché i servizi erogati sono tanti: abbiamo provato a comunicare quali opportunità dà il nostro CFP a chi, dopo la terza media, cerca un percorso di studi che sia finalizzato alla praticità e al contatto con il mondo del lavoro.

Il nostro percorso di studi triennale in Operatore ai servizi di vendita offre l’opportunità ai ragazzi di approcciare materie di base quali lingua italiana, matematica, scienze, con materie professionalizzanti come tecniche di vendita, amministrazione e contabilità, organizzare il punto vendita, pianificare e organizzare il lavoro, sicurezza e attività pratiche svolte nel laboratorio di informatica e nel laboratorio commerciale.

Inoltre possiamo vantare, nei nostri programmi, l’integrazione delle lingue come inglese, russo e cinese con formatore madrelingua e un periodo di stage in azienda il terzo anno, dopo il quale viene rilasciato un attestato di qualifica professionale.

Arrivati al quarto anno invece il percorso cambia e diventa “Tecnico commerciale delle vendite – vendita assistita e a libero servizio” un percorso in modalità duale, dove l’alternanza o l’apprendistato di primo livello, viene attivato per tutta la durata dell’anno formativo e si alterna con le lezioni in classe, il corso termina con il conferimento del diploma professionale che permetterà allo studente di decidere se entrare ufficialmente nel mondo del lavoro o se proseguire gli studi in un quinto anno di un istituto statale con lo stesso indirizzo per conseguire l’ esame di maturità.

 

L’occasione della presentazione on line è stato solo uno dei modi per poter conoscere la nostra realtà, viste le normative anti Covid, si può visitare la scuola anche in presenza ma esclusivamente fissando un appuntamento.

 

Panchina Rossa

Faceva freddo ieri, pioveva e in Val Borbera stava già nevicando. I ragazzi erano agitati sapevano che da lì a poco sarebbero usciti, avevano paura che tutto potesse essere sospeso a causa del meteo, ma invece no!

Ci siamo coperti, abbiamo cercato ombrelli di fortuna e siamo usciti.

E’ il 25 Novembre, è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Una giornata istituzionalizzata dalle Nazioni Unite nel 1999. La violenza contro le donne viene così definita: «una delle violazioni dei diritti umani più diffuse, persistenti e devastanti che, ad oggi, non viene denunciata, a causa dell’impunità, del silenzio, della stigmatizzazione e della vergogna che la caratterizzano».

Davanti a noi c’è gente che ci aspetta, il Sindaco e i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale di Serravalle Scrivia e della Consulta delle Pari Opportunità.

Hanno installato una panchina Rossa come tante ce ne sono in Italia. Nel 2014, l’artista Karim Cherif  fu il primo a dipingere una panchina rossa con due grandi occhi di donna, specchio della sua anima.

Da allora, la panchina è diventata un simbolo architettonico che trasmette in modo visibile e permanente un monito per i passanti contro la violenza sulle donne.

Ma la Panchina, posta davanti al centro, la sentiamo un po’ nostra, perché riporta una frase creata dai nostri ragazzi dopo approfondite riflessioni fatte in classe: “Il segno più profondo sia quello che le carezze lasciano nell’anima”.

La panchina serve a ricordarci costantemente che la lotta va fatta ogni giorno e che il fenomeno ci coinvolge tutti.

Questi atti di sensibilizzazione ed informazione ci aiutano a sottolineare la nostra posizione contro la violenza di genere, in favore di una cultura di parità.

Guardo i ragazzi attorno alla panchina, mentre leggono brani di poesia e intonano una canzone a me sconosciuta “Anche al buio c′è una luce che ti illumina/Perché tu sei bella così/Perché tu sei bella così”

Anche loro sotto il riflesso della pioggia sono “…belli così..” e spero che nella loro anima rimanga il segno profondo di questa giornata.

 

L’esperienza di Nicole: dai banchi di scuola alla boutique

Riportiamo l’articolo de “Il Novese” di lunedì 5 luglio 2021

Nicole Chierchini 

 ha 19 anni, un sogno nel cassetto («diventare assistente veterinaria») e tanta voglia di dimostrare quanto vale. Ci proverà durante il tirocinio formativo di sei mesi che è riuscita a ottenere presso la boutique di Trussardi, all’Outlet di Serravalle Scrivia.

Nicole, che abita a Gavi, dopo le scuole medie ha scelto di frequentare il centro di formazione professionale CNOS-FAP di Serravalle Scrivia. Qui ha ottenuto al terzo anno la qualifica professionale e al quarto anno il diploma.

«Per la mia crescita personale sono stati fondamentali gli stage in azienda che ho potuto fare grazie al CNOS-FAP – racconta Nicole – Ne ho fatto due. Il primo presso l’Iper di Serravalle Scrivia, nel reparto pasticceria, e il secondo in uno studio veterinario di Arquata Scrivia».

Uno stage che tra l’altro ha rinforzato una passione per gli animali già presente in Nicole: «Il mio sogno sarebbe lavorare in futuro come assistente veterinaria. Ora però il mio impegno è totalmente rivolto al tirocinio che sto per iniziare e che rappresenta una grande opportunità».

Se tornasse indietro, la 19enne gaviese rifarebbe esattamente le stesse scelte: «Al CNOS-FAP di Serravalle mi sono trovata davvero bene. La preparazione che fornisce soprattutto in campo commerciale è molto accurata, gli insegnanti sono disponibili e le loro spiegazioni sono sempre chiare».

 

Premio Rotary al CNOSFAP, vince la 19enne Salma Astafa

Si riporta l’articolo scritto in collaborazione con “Il Novese” e pubblicato su “Novi On Line” di lunedì 21 giugno 2021

C’è anche una studentessa del CNOSFAP di Serravalle Scrivia tra i premiati del concorso indetto dai Rotary per valorizzare progetti sulla sostenibilità ambientale. Si tratta di Salma Astafa, 19enne di origini marocchine che abita con la famiglia a Rocchetta Ligure, in val Borbera. La premiazione si è tenuta un paio di settimane fa, purtroppo “in ritardo” di un anno a causa della pandemia.

Per Salma è stata anche l’occasione per parlare della propria esperienza scolastica. «Dopo la scuola media ho frequentato per due anni il liceo linguistico ma non sono riuscita a integrarmi, nonostante non avessi cattivi voti. Mi è stato consigliato di rivolgersi al CNOSFAP di Serravalle Scrivia. Lì ho trovato persone che mi hanno ascoltato, che hanno capito la mia situazione e che mi hanno aiutato a ripartire. Rispetto al liceo, ho trovato un ambiente più familiare in cui mi sono trovata maggiormente a mio agio».

Oggi Salma ha terminato il proprio percorso al CNOSFAP e sta studiando per l’esame di maturità. «Dopo mi cercherò un lavoro, in attesa di decidere se proseguire gli studi oppure no», dice. «Cosa mi piacerebbe fare se potessi scegliere io? Sono indecisa tra l’agente immobiliare, l’hostess di volo e il consulente commerciale».

Anche per Salma sono stati diversi i periodi di stage in azienda organizzati dal CNOSFAP, al fine di far toccare con mano il mondo del lavoro ai giovani studenti: «Sono stata per tre mesi all’Outlet e poi all’Iper di Serravalle. Ma ho anche lavorato come apprendista barista, cameriera e animatrice per i bimbi».

Stage in azienda, una corsia preferenziale per il mondo del lavoro

si riporta l’articolo scritto in collaborazione con “Il Novese” e pubblicato su “Novi On Line” di lunedì 24 maggio 2021

Ancora una volta gli stage in azienda si confermano come una “corsia preferenziale” per entrare nel mondo del lavoro nel modo giusto. Non a caso il centro di formazione CNOSFAP di Serravalle Scrivia ha da tempo adottato questa strategia: lo stage in azienda infatti serve da punto d’incontro tra gli studenti e le attività commerciali interessate ad assumere.

Questa volta incontriamo Chiara Eligi, 19enne di Novi Ligure, che proprio grazie a CNOSFAP ha ottenuto il primo impiego in un negozio della galleria commerciale Iper a Serravalle Scrivia. «Frequento il corso triennale di addetto alle vendite presso il centro di formazione – spiega Chiara – Dal 10 dicembre 2020 al 18 febbraio di quest’anno ho fatto uno stage presso il negozio Tezenis. Finito lo stage, dopo un paio di mesi sono stata contattata dall’azienda che prima mi ha offerto un colloquio e, superato questo, mi ha proposto di entrare nello staff del negozio come tirocinante».

Per ora Chiara lavora 32 ore a settimana, che poi diventeranno 40 una volta finito il corso presso il CNOSFAP. «Penso di essere stata scelta per la mia capacità di adeguarmi al lavoro e per la disponibilità nei confronti del cliente», dice Chiara. E se ciascuno di noi ha alcune doti innate, il resto per forza di cose lo dobbiamo apprendere: «Quello che mi è stato insegnato durante le lezioni al CNOSFAP è stato fondamentale», conferma la 19enne novese.

«Quando l’abbiamo vista lavorare durante lo stage ci ha subito convinto – dice Samuela Melissari, 30 anni, store manager di Tezenis Serravalle – Ci è piaciuto il suo modo di fare e il comportamento con la clientela, peraltro in un momento non facile come quello che stiamo vivendo, in cui è necessario soddisfare le esigenze del cliente ma rispettando le regole contro il Covid, quindi mantenendo la distanza, disinfettando i capi e i camerini dopo ogni prova e indossando sempre la mascherina, che dopo un po’ inizia a farsi

Da studente CNOSFAP a store manager: l’esperienza di Alessio

Riportiamo l’articolo scritto in collaborazione con “Il Novese” e pubblicato giovedì 26 aprile.  

Certe volte la vita ci guida attraverso sentieri imperscrutabili. Un bivio dopo l’altro, ci ritroviamo distanti chilometri e chilometri dal punto in cui pensavamo di arrivare. Ma non sempre è un male.

Come è capitato ad Alessio Tatti, 27enne di Vargo (Stazzano) che ha mosso i primi passi in una pizzeria per ritrovarsi qualche anno dopo a gestire un negozio di articoli sportivi e a scoprire due grandi passioni, quella per la montagna e quella per la fotografia.

Alessio ha frequentato i corsi del centro di formazione CNOSFAP di Serravalle Scrivia e grazie all’opportunità concessa dagli stage in azienda si è fatto conoscere dai suoi futuri datori di lavoro. «Quando ho fatto lo stage ero ancora minorenne e non mi hanno potuto assumere – racconta oggi Alessio – Non appena ho compiuto 18 anni mi hanno chiamato e ho cominciato a lavorare. In quel periodo facevo anche il cameriere, prima in pizzeria a Gavi e successivamente a Carrosio. È stato proprio lì che l’allora store manager del negozio Salewa di Serravalle Scrivia mi ha notato dandomi l’opportunità di lavorare per questa grande azienda del settore sportivo».

Da allora sono passati sei anni e nel frattempo Alessio è diventato responsabile di quel punto vendita in cui era entrato come commesso. «Sono grato a Salewa che ha creduto in me e al centro CNOSFAP senza il cui aiuto probabilmente non avrei raggiunto questi risultati. In particolare, credo che il sistema degli stage sia fondamentale per consentire ai ragazzi di conoscere davvero il mondo del lavoro».

«Conservo un bellissimo ricordo di quel periodo e degli insegnanti che mi hanno seguito – dice ancora Alessio – Tra l’altro, anche mia sorella maggiore ha frequentato il CNOSFAP, e dopo di me l’ha fatto anche mia sorella minore».

Ma non c’è solo il lavoro. Vivendo a stretto contatto con il mondo della montagna rappresentato da Salewa, Alessio è diventato un vero e proprio appassionato di trekking e di natura. «Ed è bello vedere che tante persone hanno questa stessa passione – dice – La quarantena ha fatto aumentare la voglia di vivere all’aria aperta e in tanti si sono affacciati al mondo dell’outdoor». Con due amici, tra l’altro, Alessio Tatti si dedica anche alla fotografia degli animali. «Nell’ultimo periodo a causa del lockdown abbiamo dovuto limitare le nostre escursioni. Così abbiamo deciso di piazzare alcune fototrappole nei boschi intorno alla mia abitazione. Ne è venuta fuori anche una pagina Instagram che ha già diverse centinaia di fan».

La soddisfazione maggiore? «Accogliere in negozio gli stagisti provenienti dal CNOSFAP. È una grande emozione che mi riempie di gioia. Anche se mi fa sentire un po’ invecchiato: quanti anni sono passati da quando ero al loro posto!»

Sportello Al Lavoro: aperto a tutti, per opportunità e consulenze

Riportiamo l’articolo scritto in collaborazione con “Il Novese” e pubblicato giovedì 14 aprile

Formazione e lavoro, due concetti strettamente legati a cui Cnosfap Serravalle Scrivia tiene molto per offrire opportunità di crescita e di cambiamento. Oltre ai già noti ed apprezzati corsi per la preparazione al mondo del lavoro – con stage nelle aziende – è attivo un importante servizio “Al lavoro”, un vero e proprio sportello accreditato dalla Regione Piemonte a norma di legge a cui gli utenti possono rivolgersi per tutte le fasi della ricerca del lavoro. Dalla compilazione del curriculum all’orientamento, fino all’incontro tra domanda ed offerta.

Sportello Al Lavoro: aperto a tutti, per opportunità e consulenze

Sportello Al Lavoro: aperto a tutti, per opportunità e consulenze

Formazione e lavoro, due concetti strettamente legati a cui Cnosfap Serravalle Scrivia tiene molto per offrire opportunità di crescita e di cambiamento. Oltre ai già noti ed apprezzati corsi per la preparazione al mondo del lavoro – con stage nelle aziende – è attivo un importante servizio “Al lavoro”, un vero e proprio sportello accreditato dalla Regione Piemonte a norma di legge a cui gli utenti possono rivolgersi per tutte le fasi della ricerca del lavoro. Dalla compilazione del curriculum all’orientamento, fino all’incontro tra domanda ed offerta.

È molto importante sottolineare che tali servizi sono accessibili a tutti, non solo i frequentanti i corsi, ai quali è garantito un passaggio diretto. È quindi uno strumento di supporto, non sostitutivo, dei Centri per l’impiego classici, sempre gratuito per i singoli richiedenti grazie al quale si possono avere informazioni o ci si può rivolgere per conoscere nuove opportunità per l’accesso facilitato al mondo del lavoro, specialmente per i giovani. Il personale altamente specializzato che opera nel settore da anni è infatti sempre aggiornato su bandi e su altre forme di sostegno, accompagnando l’utente nella compilazione burocratica delle richieste necessarie. A loro ci si può rivolgere per qualsiasi tipo di informazione o richiesta, con la certezza di ricevere la miglior attenzione.

Lo Sportello è rivolto alle aziende per segnalare esigenze in campo lavorativo o per entrare nel programma di offerta di tirocini formativi, oppure per consulenze varie sulla gestione dei contratti di lavoro o di altre incombenze in materia.

Per fissare appuntamento chiamare il numero 0143 686465 o inviare e-mail a servizilavoro.serravalle@cnosfap.net.

 

Ndaye, integrazione e lavoro grazie alla formazione professionale

Riportiamo l’articolo scritto in collaborazione con “Il Novese” e pubblicato giovedì 25 marzo

Quattro anni fa è arrivato in Italia senza sapere neanche una parola della nostra lingua. Oggi lavora come operaio in una fabbrica metalmeccanica e, con un connazionale, ha preso in affitto un appartamento. Un bel percorso di integrazione quello di Ndaye Moussa, che non sarebbe stato possibile senza l’aiuto della scuola, e in particolare del centro di formazione professionale CNOSFAP di Serravalle Scrivia, che lo ha seguito durante tutto il  percorso di preparazione al lavoro, denominato “PAL”.

 

Ndaye è approdato nel nostro Paese dal Senegal nel 2017 ed è stato affidato al centro di accoglienza gestito dalla cooperativa sociale Migrazioni di Torino. Poi con la cooperativa si è spostato a Novi Ligure, vivendo in comunità.

Il giovane senegalese si è dimostrato da subito volenteroso e ha seguito positivamente il percorso di apprendimento della lingua italiana. Gli insegnanti lo ricordano come particolarmente contento di poter imparare la lingua del paese che lo stava ospitando. Ndaye è stato seguito da una docente della cooperativa, dopodiché ha proseguito gli studi allo CNOSFAP di Serravalle: ed è proprio grazie a un tirocinio organizzato dal centro di formazione che Ndaye è entrato alla Specialacciai di Novi Ligure. Al primo tirocinio ne è seguito un secondo, che ora è stato trasformato in un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Ndaye è stato seguito e aiutato, ma ci ha messo anche tanto del suo, non si è “adagiato” ma ha voluto fare un passo in più: ha affittato un appartamento che dividerà con un connazionale e a breve lascerà il centro di accoglienza per iniziare finalmente la sua vita in Italia. «Sono molto felice per le opportunità che mi sono state offerte – dice lui – Devo ringraziare gli insegnanti del centro di formazione CNOSFAP che hanno creduto in me».